Proseguendo la navigazione su questo sito, consenti all'uso dei cookie, che permettono la condivisione della tua esperienza, nonché il corretto funzionamento e la misurazione del pubblico del nostro sito web.

Non visualizzare più

TOP

Corman Artisan

Interviste

Marzo 2018

La qualità delle materie prime: una questione fondamentale

In qualità di fornitore di prodotti per panifici e pasticcerie e di attrezzature, Richard Chamaa insiste moltissimo sulla qualità delle materie prime: “La qualità di ogni cucina risiede nelle sue materie prime. Che si tratti di spezie per un piatto o di farina o burro per un dolce, ciò che conta è soprattutto la qualità degli ingredienti". La sua azienda Le Farinier ha sede in Libano e rifornisce almeno 500 clienti.

La qualità dei prodotti europei

L'attività principale dell'azienda, come dice il nome, è la farina. Ma "Le Farinier" vende anche una vasta gamma di materie prime per soddisfare le esigenze dei suoi panificatori e pasticceri. Per garantire loro una qualità costante tutto l'anno, Richard Chamaa importa principalmente prodotti europei, soprattutto dalla Francia.
Ci spiega: “Abbiamo diversi marchi francesi nel nostro portafoglio, come i Grands Moulins de Paris. Oltre a questo offriamo anche prodotti svizzeri e belgi come il burro Corman".

Il burro, un elemento per distinguersi

Il burro è un'istituzione nell'industria pasticcera libanese, sia che si tratti di burro per sfogliare o di burro in blocchi per torte, dolci e pasticceria. Ma sono soprattutto gli artigiani fornai-pasticceri che lavorano con il burro. La grande distribuzione, che cerca di vendere ai prezzi più bassi possibili, tende a far uso di margarina.

Ecco perché il burro è fondamentale per distinguersi: lavorare con prodotti buoni come il burro di qualità permette di distinguersi dal mercato di massa e di promuovere l'eccellenza e i prodotti artigianali.

Lo stile francese nel cuore dei panifici-pasticcerie libanesi

Tuttavia, i panifici tradizionali libanesi sono diventati rari. Oggi nel paese si trovano principalmente grandi panifici dove è possibile trovare una gamma di prodotti abbastanza simili ma anche variegati: il pane arabo, l'intera gamma di pane francese, baguette, prodotti di pasticceria, ma anche formaggi e salumi.

Il Libano adora le specialità francesi: "Molti chef francesi lavorano in Libano e l'influenza della cucina francese è molto forte nei dolci e nelle pasticcerie", spiega Richard Chamaa. Questa impronta del made in France è facile da rintracciare storicamente. Risale alla fine della prima guerra mondiale, quando il Libano fu liberato dall'Impero ottomano. Collocato sotto mandato francese fino al 1943, data della sua indipendenza, il Libano, fino ad allora abituato alle baklava, vede l'introduzione di nuovi prodotti come flan e cornetti, che ancora oggi deliziano i palati locali.

La pasticceria è uno dei mestieri tradizionali in Libano. Molto legati alla loro cultura, i libanesi amano festeggiare le festività di fine ed inizio anno, che sono vissute come momenti di condivisione con famiglia e amici. Gli artigiani locali approfittano di questi momenti conviviali per proporre prodotti festivi o creazioni che uniscono il meglio delle influenze francesi e libanesi.